/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Molfetta, mette a segno due rapine e va a Rimini per cercare lavoro: arrestato 33enne

Molfetta, mette a segno due rapine e va a Rimini per cercare lavoro: arrestato 33enne

Aveva commesso due rapine, prima di trasferirsi a Rimini per cercare lavoro. Ma è stato arrestato ancor prima della nuova avventura un 33enne pugliese, volto noto alle Forze dell'Ordine, ritenuto responsabile delle due rapine portate a termine a Molfetta. La prima ai danni di una commerciante, la seconda aveva visto come vittima un giovane, costretto a prelevare denaro contante da un bancomat per consegnarlo al rapinatore.

 

Le indagini avviate dai Carabinieri, effettuate anche grazie all’analisi dei sistemi di videosorveglianza, hanno consentito di individuare il presunto autore di un colpo portato a termine a gennaio scorso, quando l'uomo entrò in un ristorante e sotto la minaccia della pistola si fece consegnre l'incasso. Pochi giorni dopo la seconda rapina. Questa volta durante una festa privata, occasione in cui, sempre sotto la minaccia dell'arma, si fece consegnare del denaro dal proprietario di casa, prima di costringerlo ad andare a prelevare altri soldi dal più vicino bancomat.

 

Dalla comparazione delle immagini registrate per strada, i militari verificarono che l’autore del primo reato era lo stesso del secondo. Solo così sono riusciti a dare un nome a quel volto. Gli accertamenti hanno consentito di individuare il 33enne molfettese in un albergo della cittadina romagnola, dove lo stesso si era trasferito da pochi giorni per la stagione estiva. L’arrestato è stato condotto nel carcere di Rimini.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.