Home Cronaca Bari, omicidio Vessio a Catino: Carabinieri arrestano i due presunti killer. Sono...

Bari, omicidio Vessio a Catino: Carabinieri arrestano i due presunti killer. Sono affiliati al clan Strisciuglio

Questa mattina a Bari i Carabinieri hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico del 42enne Francesco Lambiase e del 31enne Nicola Ciaramitaro, entrambi affiliati al clan cittadino degli Strisciuglio, in quanto ritenuti responsabili di omicidio, porto e detenzione in luogo pubblico di armi, con l’aggravante d’aver agito con il metodo mafioso.

I provvedimenti sono stati adottati in seguito all’indagine svolta da militari sull’assassinio del 50enne Luigi Vessio, commesso il 15 aprile 2014 a Catino. L’uomo fu ucciso da un colpo d’arma da fuoco esploso da distanza ravvicinata.

Le indagini, arricchite nel tempo anche dal contributo di due collaboratori di giustizia, hanno consentito di ricostruire la vicenda incardinandola nell’ambito dei contrasti interni all’articolazione nel quartiere a nord di Bari del clan Strisciuglio. In particolare, la decisione di “punire” il 50enne Vessio sarebbe nata dal rifiuto di quest’ultimo di proseguire nell’attività di spaccio di sostanze stupefacenti per conto di uno dei due presunti killer e di saldare il debito di 800 euro contratto con lo stesso.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo