/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Omicidio a Foggia, 32enne forse ucciso per errore. Indagano i Carabinieri

Omicidio a Foggia, 32enne forse ucciso per errore. Indagano i Carabinieri

È stato forse ucciso per 'errore' Antonio Luigi De Rocco, 32 anni di Casarano (Lecce), ammazzato ieri serata a Foggia da persone non ancora identificate, con un colpo di fucile a canne mozze mentre era in auto insieme con altri due uomini, rimasti illesi e ascoltati già nella serata di ieri dai carabinieri. Uno dei due, Bruno Carella, un pregiudicato con il quale la vittima era in compagnia, potrebbe essere stato il vero bersaglio dei killer. Secondo quanto accertato finora dai militari del Comando provinciale di Foggia, i killer hanno agito ieri sera mentre la vittima, giunta in città da qualche ora per fare lavori di carpenteria, era seduta sul sedile posteriore di una Peugeot 307, insieme a Bruno Carella e al figlio, Mario Guglielmo di 20 anni, sotto l'abitazione di Carella.

Verso le 22.00 si sarebbe affiancata un'auto con due persone a bordo dalla quale è stato sparato un colpo di fucile che ha centrato alla spalla De Rocco, arrivando fino al cuore, uccidendolo sul colpo. L'arrivo sul luogo dell'agguato dei sanitari del 118 è servito solo per constatarne la morte. Gli investigatori al momento non si sbilanciano, anche se hanno idea che potrebbe essersi trattato di un errore in quanto il vero bersaglio dei killer, probabilmente era il pregiudicato Bruno Carella, già sfuggito ad un agguato avvenuto il 4 ottobre del 2017, proprio nei pressi di casa sua, in via Mario Forcella. Al momento non sono stati effettuati stub.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.