/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Castellana Grotte, lite nello studio medico. L’informatore scientifico aggredito: “Ho avuto 15 giorni di prognosi”

Castellana Grotte, lite nello studio medico. L’informatore scientifico aggredito: “Ho avuto 15 giorni di prognosi”

Botte sì, ma perpetrate a senso unico dal paziente ai danni dell’informatore scientifico. Di fatto, una vera e propria aggressione. Questa la ricostruzione dei fatti accaduti ieri a Castellana Grotte diffusa nella giornata di oggi dalla Fedaiisf, Federazione delle Associazioni degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco, che si dice pronta a costituirsi parte civile al fianco di Massimiliano, il professionista barese di 51 anni sfortunato protagonista della vicenda.

L’informatore scientifico, dunque, dopo la discussione intrapresa con il paziente all’interno dello studio medico, all’esterno dell’ambulatorio sarebbe stato vittima di una specie di agguato: colpito alle spalle, gettato a terra e preso a calci e pugni sul volto fino al provvidenziale intervento del medico, allertato della circostanza da un collega.

Tanti i messaggi di solidarietà arrivati dal circuito degli informatori scientifici al 51enne barese, uno quello inviato proprio da Massimiliano alla Fedaiisf per ringraziare il movimento dell’interesse dimostrato nei suoi confronti e aggiornare tutti sulle proprie condizioni di salute. “Buongiorno a tutti e grazie ancora – scrive in un sms riportato sul sito della Federazione -. Non sono ancora in grado di gestirmi e stare solo. Chiunque ha subito forti traumi in faccia e alla testa sa che va così. Ma non voglio tediarvi col mio stato di salute. Ho avuto 15 giorni di prognosi”.

“Purtroppo siamo altamente a rischio – conclude l’informatore scientifico - . E dobbiamo aumentare la consapevolezza, di essere potenzialmente, ogni giorno di più, oggetto di prepotenze, violenze e rabbia di gente di ogni risma. E quindi, se è possibile, aumentare ancora di più la soglia di attenzione quando veniamo avvicinati da soggetti del genere. Vi ringrazio tutti”.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.