Home Cronaca Bari, agguato a Filippo Cantalice in piazza Chiurlia: arrestati due fratelli –...

Bari, agguato a Filippo Cantalice in piazza Chiurlia: arrestati due fratelli – IL VIDEO

Due ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse dai Carabinieri nei confronti di due fratelli del rione San Girolamo, ritenuti gli autori, in concorso tra loro, del ferimento di Filippo Cantalice, avvenuto in piazza Chiurlia di Bari, la mattina dell’8 luglio scorso. I destinatari dell’ordinanza hanno 17 e 21 anni, ed entrambi sono ben noti alla forze dell’ordine.

 

Secondo quanto appreso entrambi si sarebbero resi protagonisti del brutale pestaggio di un soggetto con il quale avevano avuto un diverbio per futili motivi. Un episodio che ha avuto strascichi nelle ore immediatamente successive perché in quell’occasione il minore, come accertato dalle indagini, sarebbe stato affrontato a sua volta da Filippo Cantalice, il quale lo avrebbe insultato e bloccato per evitare che continuasse l’aggressione.

 

L’affronto di Cantalice, avvenuto in presenza dei suoi amici, avrebbe indispettito il minorenne. I due fratelli si sono così allontanati dal centro storico per fare poi ritorno, qualche minuto più tardi, in sella ad una moto di grossa cilindrata e con il volto coperto da caschi. Sceso dal mezzo, il giovane rimproverato poco prima si sarebbe fatto incontro impugnando una pistola ed esplodendo un colpo che ha centrato la gamba destra di Cantalice.

 

A incastrare i due fratelli le immagini riprese dal circuito di videosorveglianza di piazza Chiurlia. Dalle indagini è emerso l’inquietante comportamento proprio del 17enne, che a giugno scorso si era reso latitante, dopo essere stato colpito dall’ordinanza di custodia cautelare presso l’istituto Fornelli di Bari. Il giovane dovrà rispondere di detenzione e porto in luogo pubblico di arma comune da sparo, esplosione di un colpo nella pubblica via e lesioni aggravate. Il fratello 21enne, invece, di concorso nelle lesioni aggravate e porto e detenzione di arma comune da sparo. Il 17enne è stato condotto nel carcere minorile mentre il 21enne nell’istituto penitenziario di Bari.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo