/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Operazione “Spiagge Libere” in Puglia: 45 illeciti riscontrati, 405 attrezzature sequestrate e 22mila euro di multe

Operazione “Spiagge Libere” in Puglia: 45 illeciti riscontrati, 405 attrezzature sequestrate e 22mila euro di multe

Oltre 370 controlli effettuati, 45 illeciti riscontrati (30 amministrativi e 15 penali), 405 attrezzature sequestrate e quasi 22.500 euro di multe comminate per un totale di 3132 metri quadri di spiagge libere restituite all’uso pubblico e gratuito. Sono questi alcuni dei numeri più significativi dell’operazione di polizia giudiziaria “Spiagge Libere” condotta dalla Guardia Costiera in Puglia.

L’operazione, iniziata nell’ultima settimana di luglio sulle spiagge libere di tutto il territorio nazionale, è stata finalizzata alla prevenzione e al contrasto dell’occupazione abusiva di tratti di arenile destinati all’uso pubblico da parte di soggetti che, senza alcun titolo, li hanno trasformati in spiagge private. In alcuni casi anche per fini di lucro, utilizzando le porzioni di spiaggia abusivamente ‘conquistate’ come veri e propri stabilimenti balneari.

In tutto lo Stivale i controlli effettuati sono stati circa 5mila, quasi 170mila euro di sanzioni amministrative comminate, 385 illeciti riscontrati e 12mila attrezzature balneari sequestrate per un totale di circa 250mila metri quadri di spiagge libere restituite ai cittadini.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.