Home Cronaca San Gimignano, agente barese si toglie la vita nel parcheggio del carcere....

San Gimignano, agente barese si toglie la vita nel parcheggio del carcere. L’allarme del sindacato: “55 suicidi in 5 anni”

Si è tolto la vita sparandosi un colpo alla testa con l’arma di ordinanza. L’agente scelto Vitantonio Morani, 35 anni, nativo di Bari ma in servizio nel carcere toscano di San Gimignano, ha deciso di farla finita nei parcheggi del penitenziario. Sarà la magistratura a far luce sulle cause del gesto estremo del giovane agente, segretario provinciale del sindacato Cosp, ma la vicenda riporta l’attenzione sulle difficili condizioni di lavoro dei poliziotti negli istituti di pena: 55 suicidi negli ultimi 5 anni, un numero che fa paura e che riporta l’attenzione sulle criticità delle carceri. Sull’argomento, l’appello del segretario generale del sindacato Cosp, Domenico Mastrulli.

“I numeri sono impressionanti: 55 suicidi negli ultimi 5 anni e 120 negli ultimi 15 raccontano di un Dipartimento molto distante dalle criticità delle carceri. Dall’organizzazione dei servizi, dagli orari di lavoro, dalla lontananza degli agenti da casa con ragazzi impossibilitati a vedere i propri cari per tempi lunghissimi – spiega Mastrulli -. Non voglio collegare queste circostanze a quelle del singolo episodio ma chiedo a chi di dovere di accendere i riflettori sull’argomento”

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo