Home Cronaca Degrado e abbandono nel Quartierino a Bari: la denuncia dei residenti –...

Degrado e abbandono nel Quartierino a Bari: la denuncia dei residenti – FOTO

Degrado e abbandono nel Quartierino a Bari. La denunica è dei residenti della zona costituitisi nell’associazione ‘Il Quartierino – Residenti in movimento’. Il gruppo ha segnalato a Sos Città pregi e difetti di un luogo dimenticata dall’amministrazione comunale che opererebbe se non sotto ripetute sollecitazioni. In loro rappresentanza, il presidente Anna Maria Lupo ha dichiarato come dopo numerosi incontri a Palazzo di Città, tra richieste e promesse, gli impegni del sindaco e degli assessori siano venuti meno, lasciando soli i residenti nella cura di questa isola edilizia. Sebbene i residenti abbiano ottenuto, a distanza di anni dalla richiesta, all’angolo tra via Chieco e viale Pasteur un semaforo a sensori di ultima tecnologia, su via Martiri d’Avola la sistemazione di qualche panchina (letteralmente “avanzata” da quelle provvisorie del cantiere in via Sparano) e, solo su alcuni civici, marciapiedi a norma con accesso per i disabili, rimane comunque da domandarsi quanto sia tollerabile una situazione in cui il cittadino deve mobilitarsi autonomamemte per la manutenzione e il decoro urbanistico.

Quindi, in rappresentanza di Sos Città, per i residenti del Quartierino, Chiara Alessia Quistelli attacca: “La normalità che diviene l’eccezione: ci troviamo in un quartiere in cui i residenti richiedono elementi urbanistici essenziali che garantiscano la sostenibilità del vivere. I residenti vogliono vivere, non sopravvivere“. E il senso civico dei cittadini non è mai abbastanza, perché il Quartierino gode di persone oneste e civili, ma è continuamente osteggiato da quello che gli succede intorno: “Prostituzione sulle strade, abusivismo nei casolari pericolanti, furti e rapine nei condomini, terreni privati, abbandonati, incolti e soggetti a vandalismo sono ciò che dai balconi dei palazzi, protetti dagli alberi, i residenti sono costretti a subire, nonostante le autorità siano state informate, ma senza riscontrare interventi concreti a contrastare tali illeciti” denuncia Anna Maria Lupo.

Di recente, le ferrovie Appulo Lucane hanno riqualificato un cavalcavia che dal quartiere conduce direttamente su viale Capruzzi, però la strada continua a presentare gravi difficoltà per chi, a piedi, si imbatte nell’attraversarla, perché priva di un percorso pedonale omogeneo sull’intero tratto e tutt’intorno presenta rifiuti abbandonati di ogni genere (ingombranti, bustoni di plastica, carcasse di animali), mai ripuliti dall’Amiu o da chi di competenza, come anche nel sottovia Giuseppe Filippo che porta a via Brigata Bari e via Brigata Regina, compromettendo le condizioni di igiene pubblica e favorendo la condizione di degrado generale, come tra i terreni abbandonati su cui, tra l’altro, tardano ad essere avviati progetti come giardini pubblici o aree relax, come chiedono i residenti, desiderosi di un’area di socializzazione, di cui il quartiere è completamente sprovvisto. E si aggiunge il grave problema della prostituzione: “Già dalle prime ore della sera, Viale Pasteur si trasforma in una via a luci rosse – prosegue Lucia Rita Di Bari – dove le autorità competenti sembrano sorvolare o, comunque, sottovalutare tale problema che rende insicuro il libero vivere dei cittadini, poiché ai limiti della decenza”.

[bt_slider uid=”1535194839-5b8136d7ec7d8″ target=”_blank” width=”0″ crop=”no” thumbnail_width=”800″ thumbnail_height=”600″ show_title=”no” centered=”yes” arrows=”yes” pagination=”bullet” autoplay=”5000″ speed=”600″][bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/2018082510292300.jpg” title=”2018082510292300.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/FB_IMG_1535033117436.jpg” title=”FB_IMG_1535033117436.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/quartierino.jpg” title=”quartierino.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/2018082510292400.jpg” title=”2018082510292400.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/2018082510292403.jpg” title=”2018082510292403.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/FB_IMG_1534793107517.jpg” title=”FB_IMG_1534793107517.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/FB_IMG_1535033005791.jpg” title=”FB_IMG_1535033005791.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/20180820_202335.jpg” title=”20180820_202335.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/2018082510292404.jpg” title=”2018082510292404.jpg” link=”” parent_tag=”slider”] [bt_image src=”images/bt-shortcode/upload/FB_IMG_1535033014886.jpg” title=”FB_IMG_1535033014886.jpg” link=”” parent_tag=”slider”][/bt_slider]

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo