Home Cronaca Bari, spaccio e consumo di stupefacenti davanti alle scuole: da Roma 81mila...

Bari, spaccio e consumo di stupefacenti davanti alle scuole: da Roma 81mila euro per telecamere e sicurezza

Si chiama ‘Scuole Sicure’, è una direttiva del Ministro dell’Interno e mira a mettere in atto attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici. La direttiva, nazionale e indirizzata ai Prefetti della Repubblica di tutto lo Stivale, dispone un sostegno finanziario ai comuni italiani più grandi, con popolazione superiore ai 200mila abitanti, attraverso l’assegnazione di una somma complessiva di 2.5 milioni di euro: di questi, 81mila euro saranno destinati alla città di Bari.

In proporzione al numero di abitanti: Roma potrà disporre di 727 mila euro; Milano di 344 mila euro; Napoli di 243 mila euro; Torino di 222 mila euro; Palermo di 168 mila euro; Genova di 146 mila euro; Bologna di 98 mila euro; Firenze di 96 mila euro; Bari di 81 mila euro; Catania di 78 mila euro; Venezia di 66 mila euro; Verona di 65 mila euro; Messina di 59 mila euro; Padova di 53 mila euro; Trieste di 51 mila euro.

La direttiva stabilisce che le risorse potranno essere utilizzate dai comuni, sulla base di un progetto da presentare presso la Prefettura competente entro il prossimo 20 settembre, per iniziative coerenti con le finalità della direttiva: ad esempio, per la realizzazione di impianti di videosorveglianza, per assunzioni temporanee di personale della polizia locale, per il pagamento delle prestazioni di lavoro straordinario del personale della polizia locale o per campagne informative. La durata del progetto non potrà superare l’arco temporale dell’anno scolastico e un primo report sullo stato di attuazione dei progetti dovrà pervenire all’Uffici di Gabinetto entro il 31 ottobre.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo