Home Cronaca Bari, sparatoria al San Paolo: grave 36enne ferito in viale Puglia. Si...

Bari, sparatoria al San Paolo: grave 36enne ferito in viale Puglia. Si batte la pista del litigio familiare

Ancora una sparatoria a Bari. Un uomo di 36 anni è stato ferito all’addome e a un braccio da alcuni colpi d’arma da fuoco esploso per strada. Il soggetto si trovava infatti in viale Puglia, al quartiere San Paolo, e a quanto pare era a piedi. Il 36enne, soccorso dai medici del 118, è stato trasportato in ospedale in gravi condizioni.

La dinamica dei fatti non è ancora chiara ma alla base del ferimento potrebbe esserci un litigio familiare. La vittima e suo cognato avrebbero litigato, forse in casa di uno dei due, per poi proseguire il litigio fino in strada. A sparare sarebbe stato proprio il familiare. Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile e l’inchiesta, che non sarebbe legata a fatti di criminalità organizzata, viene coordinata dalla procura ordinaria. Gli investigatori stanno interrogando in queste ore altri familiari e testimoni del litigio per ricostruire fatti e responsabilità.

È questo il terzo agguato avvenuto nell’ultima settimana a Bari. Ieri in un conflitto a fuoco al rione Carbonara un 24enne, Walter Rafaschieri, è morto e il fratello 33enne, Alessandro, è rimasto ferito gravemente, entrambi residenti nel quartiere Madonnella di Bari dove qualche giorno fa è stato ferito con colpi di arma da fuoco un 28enne. I due fatti di sangue di ieri e del 18 settembre scorso sarebbero collegati ed entrambi riconducibili a conflitti tra bande criminalità per il controllo dello spaccio di droga. Il ferimento di oggi al quartiere San Paolo, invece, non sembrerebbe collegato agli altri due episodi. Su tutti e tre i fatti indaga la Squadra Mobile coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari. Subito dopo l’agguato di ieri il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha chiesto al ministro Salvini di dar seguito alle sue dichiarazioni rilasciate nel capoluogo pugliese un paio di settimane fa e di potenziare al più presto gli strumenti di controllo e di prevenzione dei reati nella città.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo