Home Cronaca “È cannabis light”, ma percentuale del principio attivo è quello della droga...

“È cannabis light”, ma percentuale del principio attivo è quello della droga illegale: 30enne di Bari nei guai a Bologna

Andava in giro portando un trolley con dentro oltre due chili di marijuana, a suo dire ‘cannabis light’ destinata alla vendita nei negozi specializzati. Le verifiche della Polizia, però, hanno rivelato che la percentuale di Thc era più alta del limite di legge e che si trattava quindi di droga illegale: nei guai è finito un 30enne di Bari, fermato ieri pomeriggio a Bologna, invia Irnerio.

Gli agenti si sono insospettiti perché poco prima lo avevano visto, con lo stesso trolley, anche in un’altra via del centro e hanno deciso di controllarlo. Il ragazzo ha subito ammesso di avere cannabis nella valigia, spiegando di averla coltivata nell’azienda di famiglia in Puglia e di essere venuto a Bologna per venderla a negozi specializzati.

Con sé aveva una bolla di accompagnamento, per un quantitativo anche superiore ai 2,2 chilogrammi trovati nel trolley, dentro 4 buste in cellophane. La percentuale sopra il limite di principio attivo, oltre ai precedenti specifici, gli sono costati l’arresto per possesso di stupefacenti a scopo di spaccio. Al giovane sono inoltre stati sequestrati 210 euro che aveva in tasca.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

1 commento

  1. manca il dato più importante: la percentuale di THC

    se è 0,7% è una persona chiaramente in buona fede

    se è 25% è una persona chiaramente in mala fede

Dì la tua! Commenta l'articolo