Home Cronaca Parco nazionale Alta Murgia, a caccia con richiamo acustico non consentito dalla...

Parco nazionale Alta Murgia, a caccia con richiamo acustico non consentito dalla legge: denunciato 41enne di Nocera

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Un altro cacciatore è finito nella rete dei controlli a tutela del patrimonio faunistico del Parco Nazionale posti in essere dai Carabinieri forestali coordinati dal Reparto Parco Nazionale Alta Murgia di Altamura. Si tratta di un 41enne residente a Nocera Inferiore denunciato per il reato di esercizio venatorio con mezzi non consentiti.

L’uomo è stato sorpreso in località Sanzanelli, in agro di Corato, con un richiamo acustico elettromagnetico che riproduceva e diffondeva il verso di tordi occultato all’interno di uno zaino nascosto tra la vegetazione. Un mezzo, utilizzato per attirare l’avifauna, che non è consentito dalla normativa sull’esercizio venatorio configurando così uno specifico illecito costituente reato.

Colto in flagranza di reato, quindi, i militari, dopo aver identificato il soggetto, hanno posto sotto sequestro l’arma, le munizioni, la fauna abbattuta nonché il richiamo elettromagnetico.

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui