Home Cronaca “Birre e chiavi” nomi in codice della cocaina: tre pusher arrestati a...

“Birre e chiavi” nomi in codice della cocaina: tre pusher arrestati a Bari. In manette anche un affiliato al clan Parisi

Linguaggio criptico come “birre e chiavi” per mascherare l’effettivo oggetto della conversazione e accordi in forma sincopata relativi all’orario e al luogo dell’appuntamento con i clienti. Questo è quanto hanno scoperto i carabinieri di Bari al termine di un’indagine, avviata ad agosto, che nelle scorse ore ha portato all’arresto di tre soggetti (L.M. – B.S. e C.G.), accusati a vario titolo di detenzione e spaccio continuato di sostanze stupefacenti e tentata estorsione. Uno di loro, stando a quanto ricostruito dai militari, sarebbe anche affiliato al clan Parisi.

Numerose le cessioni di cocaina contestate al gruppo di pusher, con un volume di affari estremamente cospicuo, specie nei week end, e una clientela estremamente diversificata.

Il reato di tentata estorsione, nello specifico, è contestato solo al soggetto ritenuto vicino al clan Parisi. L’uomo, durante una discussione con un cliente che non aveva onorato il debito maturato per la fornitura di droga, avrebbe prima colpito il proprio interlocutore con uno schiaffo alla nuca, dopodiché lo avrebbe minacciato di dover cedere, in cambio del debito, la propria autovettura.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo