Home Cronaca Prima la lite al ristorante con i parenti dell’ex moglie, poi l’agguato...

Prima la lite al ristorante con i parenti dell’ex moglie, poi l’agguato sotto casa a colpi di pistola: due arresti a Polignano

Dopo un’accesa discussione al ristorante con il suocero ha deciso, in compagnia di un amico, di vendicarsi sparando almeno 5 colpi di proiettile all’indirizzo dell’auto dell’uomo. Un vero e proprio agguato che solo per mera casualità non ha causato vittime innocenti fra i passanti. Per questo, con le accuse di porto abusivo di arma da fuoco, esplosione di colpi di arma e danneggiamento, sono finiti in manette due pregiudicati di Polignano a Mare di 37 e 33 anni.

I fatti contestati ai due arrestati risalgono allo scorso 22 ottobre quando i due decidono di partecipare a una cena insieme a un gruppo di amici presso un noto ristorante di Polignano. Nel locale sono presenti anche i parenti della moglie del 37enne. L’uomo e la donna sono in via di separazione: nasce così una discussione che per poco non sfocia in una rissa. Da una parte ci sono il fratello e il padre 60enne della donna, dall’altro il 37enne ed i suoi amici.

La rissa viene sedata ma poco dopo, sotto casa del 60enne, avviene il ‘regolamento di conti’. I due indagati, dopo essersi armati, sarebbero saliti a bordo di una autovettura di grossa cilindrata e dopo aver atteso il rientro a casa di padre e figlio, avrebbero iniziato a crivellare di colpi la loro utilitaria. Dopo due settimane di indagini, portate avanti con l’ausilio di attività tecniche e analisi delle telecamere poste lungo il percorso che i due avrebbero utilizzato per portarsi presso la casa delle vittime e per poi darsi alla fuga, sono scattati gli arresti. Entrambi gli arrestati, adesso sottoposti ai domiciliari, dopo i fatti si erano resi irreperibili per alcuni giorni.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo