/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, sequestrati 30 convogli di Trenitalia. Liquami dei bagni pericolosi per l'ambiente

Bari, sequestrati 30 convogli di Trenitalia. Liquami dei bagni pericolosi per l'ambiente

Indagine per violazione del codice dell'ambiente. Trenitalia: 'I nostri treni conformi alla normativa Ue



Sequestrati 30 convogli di Trenitalia Puglia. I liquami provenienti dai bagni dei treni, potenzialmente pericolosi sarebbero sparsi su tutta la rete ferroviaria italiana. Per questa ragione che viola il codice dell'Ambiente i Carabinieri del Noe di Bari hanno notificato oggi un provvedimento di sequestro preventivo senza facoltà d'uso. I rifiuti contaminati vengono raccolti inizialmente in un piccolo serbatoio interno dal quale, superata la velocità di 40 chilometri orari, sono liberati sulle rotaie. Questo, secondo gli investigatori baresi, costituisce un grave rischio ambientale e igienico-sanitario perché i liquami biologicamente contaminati vengono sparsi su tutta la rete ferroviaria, non solo pugliese appunto. Il provvedimento sarà eseguito domani mattina per permettere all'azienda di predisporre corse sostitutive e ridurre al minimo i disagi per i pendolari. Il sequestro riguarda 8 treni, circa il 20 per cento della dotazione Trenitalia della regione, che conta in totale 45 convogli, in partenza da Bari sulle tratte di Puglia, Basilicata e Molise.

"Siamo rispettosi del lavoro della magistratura e fiduciosi che presto sarà fatta giusta luce sulla vicenda. - si legge in una nota di Trenitalia diffusa in serata - Tutti i nostri treni, infatti, sono conformi alle normative europee che dettano specifiche tecniche anche in relazione ai servizi igienici. Stiamo in ogni caso attivando tutte le opportune misure per ridurre al minimo i disagi per i nostri clienti".

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.