Home Cronaca Tragedia Andria-Corato, il ministro Giannini incontra i parenti delle vittime: “Sofferenza irreparabile....

Tragedia Andria-Corato, il ministro Giannini incontra i parenti delle vittime: “Sofferenza irreparabile. Non ci sono parole”

Tra le vittime anche alcuni studenti dell’Ateneo di Bari. Dalla tragedia sono passati quattro mesi.

{loadposition debug}

“Non ci sono parole che possono accompagnare questa sofferenza irreparabile, possiamo dare però il segnale che questa comunità si stringe intorno a tutte le famiglie delle vittime”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, che questa mattina ha partecipato alla consegna degli attestati di benemerenza alla memoria che l’Università di Bari ha consegnato ai parenti delle vittime della strage ferroviaria dello scorso 12 luglio.

Nell’incidente frontale fra i due treni, sulla linea Andria-Corato, persero la vita 23 persone. Di questi, alcuni erano studenti dell’Ateneo di Bari. Come Gabriele Zingaro, il cui fratello, ritirando l’attestato, ha detto: “Non ci daremo mai pace perché mio fratello ha trascorso tanto tempo sui libri a studiare sistemi di sicurezza, e poi è morto proprio per la mancanza della stessa”.

La cerimonia è avvenuta nell’ambito della inaugurazione del centro polifunzionale dell’Ateneo di Bari nel cui atrio verrà esposto un attestato collettivo per le 23 vittime. Il rettore dell’Università di Bari, Antonio Uricchio, ha spiegato che l’attestato viene consegnato idealmente a tutte le vittime, “indipendentemente dal loro status di studenti”. Il ministro ha infine sottolineato l’importanza di fare “sentire la forza del nostro affetto: sono molto partecipe – ha concluso – a questo dolore”.

 

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo