Home Apertura Torre a Mare, furto nella notte alla pescheria dell’Osteria del Porto: rubata...

Torre a Mare, furto nella notte alla pescheria dell’Osteria del Porto: rubata merce per un valore di 4mila euro – FOTO

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

“Hanno scassinato la porta dell’ingresso principale, sono entrati nel locale e hanno portato via tutta la merce. Gamberoni, scampi, tagliatelle e seppie per un valore di circa 4mila euro”. A raccontare i dettagli del furto avvenuto nella notte alla pescheria dell’Osteria del Porto è Gianni Degrassi, il titolare dell’attività di Torre a Mare.

L’osteria nel 2019 festeggerà il proprio ventennale, mentre la pescheria è aperta da circa dodici mesi. “Dopo tanti anni di attività, quello di stanotte è il primo furto che subisco ma questo non è un periodo troppo fortunato – spiega il titolare -. A fine ottobre la Capitaneria di Porto mi ha contestato la presenza di alcuni gazebo e la documentazione relativa alla provenienza delle mie cozze. Avevo tutte le fatture del caso ma mi è stata elevata comunque una pesante sanzione amministrativa. Ho fatto ricorso, vedremo come andrà a finire. Sta di fatto che questa mazzata del furto proprio non ci voleva”.

Pochi giorni fa invece, il 10 dicembre scorso, il controllo dei NAS. Il Nucleo Antisofisticazioni e Sanità dei Carabinieri ha concluso la visita senza riscontrare alcuna irregolarità: una circostanza che dall’Osteria del Porto hanno voluto condividere sui social con grande soddisfazione. “La visita dei NAS con relativi complimenti finali per la gestione e per la pulizia del posto è un regalo di Natale anticipato che ci rende particolarmente orgogliosi – si legge sulla pagina Facebook dell’Osteria -. E noi, con la gioia nel cuore, vogliamo condividerlo con tutti voi”.

A rovinare il Natale dell’attività di Torre a Mare, purtroppo, ci hanno pensato la scorsa notte i ladri. Il furto è stato denunciato questa mattina in Questura.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui