Home Cronaca Bari, neonata muore in ospedale: avviata indagine e sequestro campioni biologici

Bari, neonata muore in ospedale: avviata indagine e sequestro campioni biologici

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Una bimba che muore alla nascita. Le indagini dell’autorità giudiziaria partite dopo la denuncia dei genitori. Il fatto è quello accaduto lo scorso sabato mattina all’ospedale San Paolo di Bari. Una donna di 31 anni sta per partorire ma improvvisamente qualcosa sembra andare storto. I valori fino a quel momento nella norma segnano un’improvvisa decelerazione del battito cardiaco e così risulta necessario un parto cesareo.

Nonostante l’impegno dei medici la bimba non ce la fa nello sconforto dei due genitori. Le cause della morte sono ancora in corso di accertamento, ma al momento sarebbe da escludersi una responsabilità da parte del personale. L’intervento, infatti, sarebbe stato compiuto in soli sette minuti dalla segnalazione dell’anomalia nella cardiotopografia. Una tempestività dovuta al fatto che la sala operatoria era già pronta per un altro intervento. Né tantomeno vi sarebbe stato un problema di carenza di personale, atteso che erano presenti in struttura sia l’anestesista che le tre ostetriche.
Intanto dalla ASL assicurano: il caso è stato gestito in emergenza urgenza assicurando la più tempestiva assistenza possibile.

Nel pomeriggio, invece, la Procura di Bari ha avviato un’indagine per capire le cause della morte della neonata. Domani il pm inquirente, Ignazio Abbadessa, conferirà al medico legale, Biagio Solarino, l’incarico di eseguire l’autopsia che sarà compiuta nella stessa giornata. A tal proposto, è stato disposto il sequestro della placenta, del cordone ombelicale e di alcuni tamponi biologici.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui