Home Cronaca Canone troppo alto, chiude ristorante l’Ancora dopo 50 anni. Il proprietario: “Ora...

Canone troppo alto, chiude ristorante l’Ancora dopo 50 anni. Il proprietario: “Ora è preda degli sciacalli”

l'ancora
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

“Chiudo L’Ancora dopo 50 anni di attività”. Il dolore nelle parole del proprietario del ristorante sul mare, a Palese, Antonio Lasaracina. Una chiusura “obbligata”, a quanto pare per il prezzo esagerato del canone, che da demaniale sarebbe diventato di competenza del Comune. Ma facciamo un passo indietro.

Fino al 1972 la struttura aveva un’ampiezza di 260 mq, aumentati nel tempo con l’ampliamento della sala e l’aggiunta della terrazza, a 1500 metri quadri. “Fino al 2008/2009 – sottolinea il proprietario – ho pagato un canone di 12mila euro all’anno. Ma con il subentro di una nuova legge, il ristorante è diventato ‘zona turistica’ e il prezzo del canone ha subito un’impennata notevole, fino a raggiungere i 49mila euro. Una cifra (chiesta dal Comune, non più dal Demanio ndr) che non riuscivo a coprire”. Così Lasaracina, secondo quanto testimoniato, avrebbe chiesto la rateizzazione per il primo anno, prima di fare ricorso al Tar per farsi abbassare la tassa annuale. Ma il ricorso è stato rigettato e a dicembre è decaduta la licenza per portare avanti l’attività.

La possibilità di continuare a lavorare c’era, ma restituendo l’intera somma che fino a fine 2018 non era stata data. Si parla di una cifra che si aggira attorno ai 180mila euro (somma di tutti gli anni di insolvenza). “Non ce l’ho fatta – dice Antonio Lasaracina – e ho dovuto smantellare tutto in 15 giorni, il tempo che mi è stato concesso per abbandonare il ristorante. È doloroso. Siamo sei fratelli e tre dipendenti, oggi senza lavoro. Ma quello che mi fa più rabbia – conclude – è vedere il locale preso d’assalto dagli sciacalli. Entrano di notte, distruggono e rubano di tutto, anche i lavandini”.

L’ultima remota speranza di poter tornare ad aprire L’Ancora, è che venga fatto un bando per rivedere l’importo dei canoni. Ma al momento non c’è alcuna notizia certa in merito.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

1 commento

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui