Home Apertura Bari, baby prostitute in b&b. Il servizio denuncia de ‘Le Iene’: “Incontri...

Bari, baby prostitute in b&b. Il servizio denuncia de ‘Le Iene’: “Incontri tra professionisti e ragazzine di 15 anni”

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

In centro a Bari c’è un ‘bed and breakfast’ in cui il proprietario organizzerebbe incontri tra prostitute minorenni, anche di 15 e 16 anni, con clienti di età compresa tra i 50-60 anni. Si tratterebbe di professionisti, tra cui avvocati e ingegneri, disposti a pagare tra i 100 e i 150 euro a prestazione. Una somma della quale il titolare del b&b tratterrebbe 25 euro per l’affitto della stanza. È quanto hanno denunciato ‘Le Iene’ nel servizio di Veronica Ruggeri che poi ha incontrato il proprietario della struttura ricettiva il quale ha negato tutto, nonostante ‘Le Iene’ avessero filmato due incontri tra lui e due ragazze, complici della trasmissione che, fingendosi minorenni, lo hanno contattato mostrandosi interessate al ‘lavoro’.

A loro l’uomo ha offerto la possibilità di metterle in contatto con uomini disposti a incontrarle a pagamento e ha chiesto foto da mostrare ai potenziali clienti.

A segnalare il caso a ‘Le Iene’ è stata una ragazza che, intervistata da Ruggeri, racconta di aver visto “entrare anche bambine in stanze dove c’erano anziani: mi ha fatto uno schifo terribile” aggiunge, ammettendo di avere avuto un incontro sessuale a pagamento organizzato dal titolare del ‘bed and breakfast’: motivo per il quale non si fa inquadrare il volto.

Secondo quanto denunciato dalle Iene, il giovane proprietario del b&b ha pubblicato su un sito di incontri un annuncio in cui cercava una “giovane lei, bella, riservata e interessata a incontri fissi”. A segnalarlo è stata un’altra ragazza che, per capire le reali intenzioni dell’uomo, ha risposto. Nel successivo scambio di mail il titolare della struttura le promette guadagni dai 1.500 ai 2.000 euro a settimana, e non si tira indietro neppure quando la ragazza gli dice di essere minorenne. “Ahia – scrive l’uomo nella mail – hai detto 18, vero?”. E poi continua spiegando di “gestire un b&b in centro e di avere una cerchia di clienti maturi e fidati che usano i miei appartamenti per incontri con giovani donne e mi chiedono se ho qualche novità. Può interessarti?”.

Alla seconda adolescente che incontra, il titolare del b&b spiega che i clienti chiedono ragazze “sempre più giovani, più giovani”. E anche se ad alcuni il fatto di andare con minorenni fa un po’ paura, e quindi bisogna mentire sull’età delle ragazze, per altri è un “vantaggio” perché quello delle ragazze giovani è proprio “un loro debole” e quindi sono disposti a pagare di più. L’uomo le spiega anche che “tra un check in e un check out” ha dato vita a questa attività parallela ormai “da tre anni”, un periodo in cui si è “fatto un giro di amicizie” che, assicura, è fatto solo di “brave persone”. Infine precisa anche le modalità di accesso al b&b, possibilmente prima i clienti e poi le ragazze per non dare nell’occhio.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui