Home Cronaca Bari, vendita abusiva di ricci di mare: sequestrati 3.500 esemplari

Bari, vendita abusiva di ricci di mare: sequestrati 3.500 esemplari

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

3500 ricci di mare venduti abusivamente sono stati sequestrati dalla Guardia Costiera in due distinte operazioni. Una a Monopoli, dove i militari hanno evitato l’immissione sul mercato di ricci di mare di dubbia provenienza. Gli esemplari erano nascosti all’interno di un furgone di una pescheria locale. I titolari sono stati sanzionati in quanto sprovvisti dei documenti attestanti la tracciabilità del prodotto. Sempre a Monopoli, in località Porto Rosso, sono stati multati due venditori abusivi intenti vendere i ricci per strada, senza alcuna autorizzazione. In totale, ai trasgressori sono state contestate sanzioni per un totale di 10.500 euro, mentre i 1.500 esemplari di ricci di mare sequestrati, risultando ancora “vivi”, sono stati rigettati in mare.

A Bari invece, sul Molo San Nicola, sono stati sequestrati circa 2.000 esemplari di ricci di mare, per i quali non è stato possibile individuare i responsabili della cattura, considerato che il prodotto era conservato all’interno di ceste immerse nell’acqua, dal cui interno gli esemplari sono stati prelevati e rigettati in mare.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui