Home Cronaca Bari, report Fondazione Antiusura San Nicola e Santi Medici: Casamassima capitale del...

Bari, report Fondazione Antiusura San Nicola e Santi Medici: Casamassima capitale del gioco d’azzardo in Puglia

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Sei denunce per usura, 450 persone ascoltate, 10 pratiche garantite dai Fondi dello Stato per 479mila euro, tre pratiche in fase di erogazione per complessivi 165mila euro e 38 pratiche garantite con Fondi Propri per un totale di 126.473 euro. Sono alcuni dei dati pubblicati nella relazione di Bilancio della Fondazione Antiusura San Nicola e Santi Medici di Bari.

“La Puglia è malata di azzardo” si legge, inoltre, nella relazione annuale della Fondazione e secondo una recente indagine è Casamassima la capitale del gioco d’azzardo della regione. Con una spesa pro capite che, in media, sfiora i 4mila euro all’anno, il Comune della provincia di Bari occupa il gradino più alto della top 20 regionale per il secondo anno consecutivo (i dati si riferiscono ai giochi gestiti dall’Amministrazione dei monopoli dello Stato). In sostanza è come se a Casamassima ciascuno dei 20mila residenti avesse bruciato più del 20 per cento del proprio reddito annuo: pari, in media, a circa 15.900 euro.

Scorrendo la classifica regionale, poi, si incontra un altro piccolo comune: Sammichele di Bari. Qui le giocate pro capite, sempre secondo i dati dei Monopoli dello Stato, sono a quota 2.600 euro per il 2018. Casamassima e Sammichele, quindi, restano saldamente in testa nella top 20 dei Comuni della Provincia di Bari, mentre a salire sul terzo gradino del podio è Putignano. I residenti della città del Carnevale hanno bruciato in media 2.500 euro in gioco d’azzardo.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui