Home Cronaca Crac FSE, ex commissario Viero: “Conti della società come un puzzle impazzito”

Crac FSE, ex commissario Viero: “Conti della società come un puzzle impazzito”

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Mettere mano ai conti di Ferrovie Sud Est “significava mettere insieme le tessere di un puzzle impazzito e sparpagliato”. Così Andrea Viero, ex commissario straordinario di Fse, parlando dinanzi al Tribunale di Bari citato come testimone nel processo sul crac da 230 milioni di euro della società pugliese di trasporti, poi acquistata da Ferrovie dello Stato.

Nel processo sono imputate 15 persone, tra le quali Luigi Fiorillo, già commissario governativo, legale rappresentante e amministratore unico della società, oltre a funzionari e consulenti di Fse e imprenditori. Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di bancarotta fraudolenta documentale, societaria e patrimoniale, di dissipazione e distrazione di fondi. I fatti contestati si riferiscono agli anni 2001-2015, fino a quando la società è stata commissariata.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui