Home Cronaca Firenze, ripetute minacce all’ex fidanzata per ottenere dei soldi: arrestato 27enne di...

Firenze, ripetute minacce all’ex fidanzata per ottenere dei soldi: arrestato 27enne di Bari

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Un 27enne originario della provincia di Bari è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di aver più volte minacciato la sua ex fidanzata convivente, domiciliata a Firenze, al fine di ottenere da lei dei soldi. Secondo quanto spiegato dai carabinieri il giovane ad agosto 2018 era stato anche condannato dal tribunale fiorentino per violenza privata e furto aggravato sempre ai danni della sua ex. Quest’ultima, riferiscono ancora i militari, avrebbe raccontato che il 27enne era solito spendere cifre considerevoli per scommettere su partite di calcio e giocare alle slot machine.

L’inchiesta che ha portato all’arresto è partita dalle denunce presentate dall’ex convivente, anche lei originaria del Barese, che aveva avuto un rapporto lungo sei anni con il 27enne. In particolare tra il dicembre 2018 e marzo scorso, in base alle indagini, l’arrestato avrebbe rivolto reiterate minacce alla vittima con telefonate e messaggi chiedendo soldi.

In un’occasione, a inizio dicembre, sarebbe riuscito a costringere la vittima a consegnargli 1.500 euro, promettendole che in cambio avrebbe lasciato la città. In un’altra occasione, approfittando della presenza della ex nel suo paese d’origine, sarebbe rimasto per lunghi lassi temporali sotto l’abitazione della vittima che aveva detto no alla nuova richiesta di denaro. La donna aveva già denunciato il 27enne a inizio 2018 per sottrarsi, spiegano ancora i carabinieri, alle pressanti richieste di denaro e alle conseguenti minacce dell’uomo.

Una volta riallacciati i rapporti, nell’aprile 2018, il giovane avrebbe poi sottratto alla donna 25mila euro, incasso dell’esercizio commerciale del quale la vittima è amministratrice, provocandole anche lesioni.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui