Home Cronaca Carceri, detenuto trasferito da Bari a Foggia colpisce agente con calcio nei...

Carceri, detenuto trasferito da Bari a Foggia colpisce agente con calcio nei testicoli. Il sindacato: “Ora basta”

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Come biglietto da visita ha pensato bene di presentare un calcio nei testicoli a un agente di polizia penitenziaria. Protagonista della vicenda, accaduta poco prima delle 9 di questa mattina nel carcere di Foggia, un 27enne detenuto per tentato omicidio, lesioni e minacce arrivato in Capitanata pochi giorni fa dal carcere di Bari, penitenziario dal quale – stando a quanto raccontano dal sindacato CoSP – era stato trasferito per motivi disciplinari.

L’aggressione è stata compiuta stamattina all’apertura delle celle per la fruizione delle docce e il violentissimo calcio al basso ventre ricevuto dal detenuto ha costretto l’agente alle cure del Pronto Soccorso. Tra le motivazioni dell’aggressore, a quanto pare, un piccolo ritardo nell’apertura della cella.

“Ora basta – dicono dal sindacato -. Siamo poliziotti, non carne da macello per galeotti. Da Roma è stato annunciato per la Puglia e Basilicata un arrivo di 106 unità di polizia: 50 uomini e 56 donne che dovrebbero essere spalmate sulle tre città penitenziarie di Lecce, Taranto e Trani per l’apertura, a luglio, dei nuovi padiglioni che contengono 200 posti letto l’uno. Altre unità dello stesso contingente delle 106 dovrebbero andare in istituti con criticità. Tra la Puglia e la Basilicata, però, le carenze di personale sono pari a 800 unità. In sostanza, la montagna ha partorito il topolino”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui