Home Cronaca Sannicandro, allaccio abusivo alla rete elettrica per alimentare serra di marijuana: coppia...

Sannicandro, allaccio abusivo alla rete elettrica per alimentare serra di marijuana: coppia arrestata dai carabinieri

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Avevano allestito un’attrezzatissima serra di marijuana che alimentavano grazie a un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica e per questo sono stati arrestati. Protagonisti della vicenda, venuta a galla a Sannicandro, una coppia di coniugi: 63 anni lui, già noto alle forze dell’ordine, 49 anni lei, di origini brasiliane. I due, finiti ai domiciliari, dovranno rispondere  di coltivazione e detenzione di marijuana, furto di energia elettrica e detenzione illegale di munizionamento.

I carabinieri, in un locale attiguo all’abitazione della coppia, hanno scoperto una vera e propria serra per la coltivazione di cannabis, dotata di decine di ventilatori, lampade, condizionatori, stufe nonché di un sofisticato sistema di irrigazione. Nell’operazione i militari hanno posto sotto sequestro ben 84 piante di marijuana alte anche due metri, 75 germogli, circa 3 chili della stessa droga già essiccata contenuti in involucri in plastica e in vasetti in vetro nascosti in vari luoghi della casa – persino nella lavatrice – e 10 proiettili di diverso calibro.

Infine, con l’ausilio di personale ENEL, si è accertato come, sia il locale adibito a serra che l’abitazione in cui viveva la coppia, erano allacciati abusivamente alla rete elettrica pubblica tramite un cavo interrato, rinvenuto a seguito di uno scavo, a circa 1 metro di profondità: il danno complessivo è stato stimato in circa 416mila euro.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui