Home Cronaca Mafia e droga ad Andria, stangata ai Pistillo-Pesce: tredici condanne definitive. C’è...

Mafia e droga ad Andria, stangata ai Pistillo-Pesce: tredici condanne definitive. C’è anche un 39enne di Bari

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Tredici ordini di esecuzione pena per altrettante condanne definitive a pene comprese tra gli 8 anni ed i 2 anni e 8 mesi di reclusione sono stati eseguiti da Polizia e Carabinieri nei confronti del gruppo criminale armato dei Pistillo-Pesce dedito al traffico di droga ad Andria.

In particolare sono state eseguite le pene nei confronti del 57enne Michele Fortunato (7 anni e 6 mesi di reclusione da scontare in carcere), del 38enne Giuseppe Pesce (4 anni e 6 mesi, carcere), del 35enne Salvatore Pistillo (5 anni e 1 mese, decreto sospensione), del 48enne Felice Spione (3 anni, 10 mesi e 20 giorni, decreto sospensione), del 41enne Tommaso Loconte (8 anni, irreperibile), del 53enne Vincenzo Pasculli (8 anni, irreperibile), del 32enne Gianluca Pesce (8 anni) e di Antonio, Riccardo e Vincenzo Leonetti (2 anni e 8 mesi): tutti di Andria. Raggiunti da Polizia e Carabinieri anche Marianna Gallo Di Pinto, 35enne di Trani (6 anni e 8 mesi) e Nicola Lovreglio, 39enne di Bari (4 anni e 20 giorni, decreto sospensione).

Stando alle indagini coordinate dalla Dda di Bari, il gruppo criminale a partire dal 2004, su ordine del capo clan Francesco Pistilli, da anni detenuto per condanne definitive per mafia, si riforniva di droga che poi spacciava al minuto nei quartieri San Valentino e nella città vecchia di Andria attraverso squadre di pusher, vedette e comunicando tramite apparati ricetrasmittenti, con una cassa comune per la ripartizione dei proventi.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui