Home Cronaca Bari, bimbo morì annegato nella piscina di una masseria a Palo: quattro...

Bari, bimbo morì annegato nella piscina di una masseria a Palo: quattro persone rinviate a giudizio

Stando alle indagini, al piccolo è stato permesso di fare il bagno dopo aver mangiato e nonostante non sapesse nuotare

{loadposition debug} 

Inizierà il prossimo 14 febbraio il processo a carico dei presunti responsabili della morte di un bambino di 8 anni, Raffaele Di Santo, annegato nella piscina dell’agriturismo “Masseria Vero” a Palo del Colle il 23 luglio del 2015. Su richiesta del pm della Procura di Bari Ettore Cardinali, sono stati rinviati a giudizio il presidente e un’educatrice di un’associazione di Grumo Appula che aveva organizzato la giornata in masseria per un gruppo di bambini durante un campo scuola estivo, il responsabile della struttura e il bagnino.

Stando alle indagini dei Carabinieri, coordinate dalla magistratura barese, gli imputati avrebbero permesso al bambino, che non sapeva nuotare, “di fare il bagno da solo, dopo un pasto abbondante, senza galleggianti ausiliari (braccioli e salvagente), in una piscina dove non appiedava”. Secondo la Procura non avrebbero vigilato mentre Raffaele faceva il bagno “non accorgendosi, neppure tardivamente, che era annegato e giaceva sul fondo della piscina”. Al gestore della struttura è stato contestato di non aver rispettato le norme di sicurezza e al bagnino di essersi allontanato dal bordo vasca. Il pm ha trasmesso gli atti alla Procura per i Minorenni perché proceda nei confronti di una minore alla quale era stato affidato il bambino.

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo