Home Apertura “Scendi da questo bus, negra”: follia razzista in piazza Moro. Controllore e...

“Scendi da questo bus, negra”: follia razzista in piazza Moro. Controllore e passanti difendono la ragazza

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

“Ha preso a calci una bellissima ragazza, e le ha intimato di scendere dall’autobus, chiamandola negra di m****”. Inizia così il racconto di un giovane barese che oggi ha assistito a quella che lui stesso definisce una scena di vero e proprio razzismo nei confronti di una “bellissima ragazza”, il cui ‘errore’ è stato quello di salire su un bus, fermo al capolinea in piazza Moro.

Contattato telefonicamente, ci ha riferito di essersi trovato di fronte a una scena terribile. “La ragazza è stata aggredita fisicamente da una donna italiana sulla sessantina – continua – è stata insultata pesantemente, presa a sputi. Lei si è dovuta difendere”.

Ma questa volta i testimoni che hanno assistito all’accaduto non sono rimasti a guardare. La presunta vittima di questa storia non è rimasta sola. “In suo soccorso sono arrivate tante persone perbene. L’hanno liberata dalle grinfie della signora, immediatamente additata da tutti i presenti come razzista”. Tra questi anche un controllore dell’Amtab, che ha provato a tranquillizzarla ripetutamente, è stato con lei, l’ha invitata a salire sull’autobus. “Lei era troppo delusa – prosegue nel racconto – si è seduta su una panchina della piazza e ha proferito poche parole: ‘non è la prima volta che vengo aggredita, ma ora basta’. Poi si è rimessa le cuffie, ha ascoltato un po’ di musica mentre aspettava un altro bus”.

“Per un attimo – conclude il testimone della vicenda – mi sono vergognato. È bastato un attimo, ma poi ho capito che non dovevo essere io a vergognarmi ma lei, la signora razzista che tanto signora non è. In fondo, ha ragione la vittima di questa storia: ora basta”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui