Home Apertura Estorsioni a Palese, droga e ‘gestione’ delle case popolari a San Pio:...

Estorsioni a Palese, droga e ‘gestione’ delle case popolari a San Pio: arrestati 10 affiliati al clan Strisciuglio

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

Concorso in attività estorsive aggravate dal metodo mafioso, lesioni aggravate, spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione abusiva di armi. Questi i reati contestati, a vario titolo, a 10 affiliati al clan Strisciuglio arrestati questa mattina dai carabinieri: quattro di loro sono già detenuti per altra causa.

L’indagine, avviata nel 2017 e conclusa a luglio del 2019, ha fatto venire a galla una pervicace attività estorsiva posta in essere dal clan ai danni di imprenditori locali dei quartieri Santo Spirito, Palese e San Pio. In particolare, dopo l’arresto di uno degli indagati che aveva imposto un servizio di guardiania ad un’impresa edile in procinto di realizzare alcune abitazioni a Palese, le investigazioni hanno permesso di accertare che dal carcere, dove era ristretto uno dei boss del gruppo criminale, partivano e giungevano puntuali ordini veicolati agli altri affiliati tramite la moglie del carcerato, che si recava in visita al marito.

Il gruppo, oltre a gestire le piazze di spaccio dei quartieri, taglieggiava gli imprenditori locali che per timore di gravi ritorsioni aderivano alle richieste estorsive. In aggiunta, dalle indagini è anche emerso che le abitazioni popolari del quartiere San Pio erano ‘assegnate’ dal gruppo criminale che consentiva l’occupazione degli appartamenti solo a sodali, previo pagamento di un corrispettivo o in cambio di favori: un fatto che ha portato alla denuncia di otto persone, quattro delle quali affiliate al clan Strisciuglio, per occupazione abusiva di immobili.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui