Home Apertura Bari, scacco al clan Di Cosola con 40 arresti: 20 anni al...

Bari, scacco al clan Di Cosola con 40 arresti: 20 anni al boss Antonio Di Cosola per l’omicidio Mizzi

Tempo di lettura stimato: 1 minuto

A 4 anni dagli arresti del 2015, sopraggiunta l’irrevocabilità delle sentenze, al termine dei processi di primo e secondo grado scattano i provvedimenti di carcerazione nei confronti di 40 condannati del clan Di Cosola che hanno scelto il rito abbreviato. Siamo nell’ambito dell’indagine Pilastro, avviata a marzo del 2011 dopo l’omicidio di Giuseppe Mizzi, ucciso per errore in un agguato mafioso a Carbonara.

La stessa indagine che aveva portato gli investigatori ad accertare la colpevolezza di Antonio Battista (condannato a 20 anni di reclusione) come mandante del delitto, di Emanuele Fiorentino ed Edoardo Bove (condannati in altro processo a 20 e 13 anni di reclusione) in qualità di esecutori materiali.

L’omicidio era maturato per vendetta da Antonio Battista, dopo aver subìto un attentato a mano armata. La fitta rete di intercettazioni ha consentito ai militari, nel corso delle indagini, di svelare la riorganizzazione e l’espansione del clan Di Cosola tra il 2011 e il 2015, con la leadership di Cosimo Di Cosola. Sotto la sua guida gli affiliati si dedicavano ad estorsioni, traffico di stupefacenti in diverse piazze di spaccio di Bari e dei comuni del sud Barese. Nelle mire criminali anche il settore dell’edilizia con estorsioni ai danni di imprenditori locali.

Il 21 aprile del 2015, l’esecuzione di 64 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dalla Dda di Bari che, di fatto, hanno disarticolato il sodalizio mafioso. Oggi i provvedimenti della Procura che hanno colpito 9 persone in libertà, 14 ai domiciliari e 17 già in carcere.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy
Cristina Ferrigni
Cristina Ferrigni, nata a Bari nel 1973, è giornalista professionista, redattrice per l’emittente tv “TELEBARI”, diretta da Maddalena Mazzitelli. Assegnata alla sezione "cronaca", ha realizzato servizi e inchieste sul crimine organizzato. Attualmente è impegnata anche nella conduzione dei Tg. E' stata impegnata all’estero, come Embedded nelle aree di crisi. Nel 2011 ha realizzato un reportage in Kosovo, al seguito dal Reggimento Artiglieria Terrestre “Trieste” di Foggia. Laureata in Lettere moderne, ha frequentato, presso l’Ordine dei Giornalisti della Puglia i corsi di “Cronaca Giudiziaria” e “Giornalismo e comunicazione in aree di crisi” (in collaborazione con lo Stato Maggiore della Difesa). Dal 2013 collabora con il web magazine su Difesa, Comunicazione e Cultura "DeArmas", diretto da G. Ranaldo.

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui