/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, tenta di rubare auto dal parcheggio dell’Ipercoop e picchia il proprietario: arrestato Francesco Pellegrino

Bari, tenta di rubare auto dal parcheggio dell’Ipercoop e picchia il proprietario: arrestato Francesco Pellegrino

I fatti risalgono allo scorso 8 agosto. Il criminale era in compagnia di due complici.

La Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti Francesco Pellegrino, 63enne con precedenti di polizia, ritenuto responsabile di tentata rapina aggravata e lesioni personali.

I fatti risalgono alla mattina dello scorso 8 agosto quando un avventore di un ipermercato del quartiere Picone ha sorpreso l’uomo, all’interno del parcheggio sotterraneo di quel centro commerciale, intento a forzare la propria autovettura. Ne è nata una violenta colluttazione, durante la quale un complice è intervenuto colpendo il proprietario dell’autovettura con pugni al volto, sino a che i due malviventi sono saliti a bordo di un’auto, condotta da un terzo complice.

Come in una scena di un film, il malcapitato, per cercare di fermare i fuggitivi, si è infilato nell’abitacolo dal finestrino lato guidatore, causando la reazione degli altri due passeggeri, i quali, dopo essere scesi nuovamente dal veicolo, hanno ripreso a colpire violentemente la vittima per poi dileguarsi definitivamente a bordo dell’auto.

Le indagini della Squadra Mobile di Bari, supportate dalle dichiarazioni della vittima che ha fornito anche il numero di targa del mezzo utilizzato dai criminali, hanno consentito di individuare uno degli autori della rapina in Francesco Pellegrino, marito della donna intestataria dell’ auto, riconosciuto senza ombra di dubbio dalla vittima quale uno dei tre aggressori.

A Pellegrini il provvedimento cautelare è stato notificato nel carcere di Foggia, poiché già detenuto per altra causa.

 

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.