Home Cronaca Ruvo, a caccia con richiami acustici illegali: tre denunce della Forestale

Ruvo, a caccia con richiami acustici illegali: tre denunce della Forestale

Il servizio antibracconaggio nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia. 

{loadposition debug}

Tre persone sono state denunciate dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato con l’accusa di caccia illegale nelle campagne di Ruvo di Puglia. Il servizio antibracconaggio è partito alle prime ore del mattino in località “Zio Venanzo”, nelle vicinanze del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Ai cacciatori, colti sul fatto, sono stati sequestrati dei richiami acustici a funzionamento elettromagnetico, tre fucili, varie cartucce e diversi esemplari di volatili abbattuti.

Questo genere di attività di caccia è tassativamente vietata dalla legge.  I tre sono stati beccati mentre erano posizionati nelle vicinanze del richiamo acustico, quando però avevano già abbattuto una decina di esemplari tra ghiandaie, tordi e merli.

Dell’accaduto è stata informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani che ha già convalidato il sequestro di tutto il materiale rinvenuto.

{facebookpopup}

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo