/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Ruvo, a caccia con richiami acustici illegali: tre denunce della Forestale

Ruvo, a caccia con richiami acustici illegali: tre denunce della Forestale

Il servizio antibracconaggio nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia. 

Tre persone sono state denunciate dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato con l’accusa di caccia illegale nelle campagne di Ruvo di Puglia. Il servizio antibracconaggio è partito alle prime ore del mattino in località “Zio Venanzo”, nelle vicinanze del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Ai cacciatori, colti sul fatto, sono stati sequestrati dei richiami acustici a funzionamento elettromagnetico, tre fucili, varie cartucce e diversi esemplari di volatili abbattuti.

Questo genere di attività di caccia è tassativamente vietata dalla legge.  I tre sono stati beccati mentre erano posizionati nelle vicinanze del richiamo acustico, quando però avevano già abbattuto una decina di esemplari tra ghiandaie, tordi e merli.

Dell’accaduto è stata informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani che ha già convalidato il sequestro di tutto il materiale rinvenuto.

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.