/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, truffa ex Provincia Bari: annullato sequestro beni a ex dirigente

Bari, truffa ex Provincia Bari: annullato sequestro beni a ex dirigente

Il sequestro era stato eseguito lo scorso 30 settembre. Secondo i giudici del Riesame non sussistono gravi indizi di colpevolezza


Il Tribunale del Riesame di Bari ha revocato il sequestro preventivo di beni del valore di oltre 210mila euro, due immobili e conti correnti, disposto dalla magistratura barese nei confronti dell'ex dirigente dell'ufficio tecnico della Provincia, Cataldo Lastella, nell'ambito dell'indagine su una presunta truffa all'ente. Secondo i giudici del Riesame, a carico dell'ex funzionario non sussistono i gravi indizi di colpevolezza sull'ipotesi che lui fosse consapevole della mancanza di requisiti della ditta che aveva svolto lavori di manutenzione delle strade e nelle scuole e che invece, secondo la Procura, sarebbe stata favorita. Il sequestro era stato eseguito lo scorso 30 settembre dalla Guardia di Finanza nell'ambito dell'inchiesta su presunte "condotte fraudolente da parte di amministratori e funzionari" e sui "rapporti intrattenuti con imprenditori locali ai quali erano affidate commesse per la realizzazione di lavori pubblici". L'indagine, coordinata dal pm Luciana Silvestris e chiusa nella scorse settimane con numerose contestazioni di corruzioni oltre che truffe, coinvolge 22 persone. Nei confronti di 8 indagati il gip aveva accolto la richiesta di sequestro per circa 240mila euro, in gran parte oggi annullato dal Riesame. Oltre all'ex dirigente Cataldo Lastella, difeso dall'avvocato Nino Ghiro, il sequestro aveva riguardato altri tre funzionari, Pietro Gallidoro, Giuseppe Rotolo e Mario Ruggiero, l'allora vicepresidente del Consiglio provinciale Anna Maurodinoia e tre imprenditori.

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.