Home Cronaca ‘Berlusconi market’, merci e servizi illegali sul web utilizzando nomi di politici...

‘Berlusconi market’, merci e servizi illegali sul web utilizzando nomi di politici per nascondere identità: tre arresti in Puglia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Erano gli amministratori di un mercato nero, denominato ‘Berlusconi market’, in cui venivano pubblicizzati e proposti in vendita sul web merci e servizi illegali utilizzando nomi di politici per coprire le vere identità dei venditori. La Guardia di Finanza però, nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Brescia, li ha individuati e ai loro polsi sono scattate le manette.

Il sito incriminato era gestito da due nickname di cui uno “VladimirPutin”, con il ruolo di amministratore, e l’altro “EmmanuelMacron”, quale moderatore. Da gennaio 2019, stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, ‘Berlusconi market’ ha rappresentato il più importante mercato del dark web con oltre 100mila annunci di prodotti illegali tra droga e armi. Sul sito venivano venduti anche falsi documenti di identità nazionali ed esteri. I tre arrestati, finiti in carcere, sono residenti in Puglia.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui