Home Cronaca Porto di Bari, sequestrate 196 carte d’identità rubate dal Comune di Piacenza...

Porto di Bari, sequestrate 196 carte d’identità rubate dal Comune di Piacenza e in partenza per Durazzo: due denunce

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Gli agenti della Polizia di Frontiera Marittima di Bari, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, hanno sequestrato al porto ben 196 carte d’identità italiane non compilate, rubate nel dicembre del 2015 presso gli Uffici del Comune di Piacenza, e in partenza per Durazzo, dove, stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbero state immesse in un circuito illegale e destinate alla criminalità organizzata.

“Si tratta di documenti – spiegano dalla Finanza – che, se immessi sul mercato nero, avrebbero fruttato un’ingente introito alle associazioni criminali. Basti pensare che già in passato diversi cittadini stranieri, in possesso di analoghi documenti italiani rubati in bianco e compilati artatamente con la loro effige e con generalità di fantasia, una volta scoperti, hanno dichiarato di aver pagato anche 5mila euro per ogni carta d’identità”.

I documenti rubati viaggiavano nascosti all’interno di un pacco custodito nella cappelliera dell’autista di un autobus condotto da un cittadino albanese. A bordo del veicolo con lui, un altro cittadino albanese avente mansioni di secondo autista. I due hanno dichiarato di aver ricevuto il pacco da un non meglio identificato cittadino italiano, del quale non erano in grado di fornire le generalità. Quest’ultimo, avrebbe consegnato loro il plico con l’incarico, dietro compenso della somma di soli 20 euro, di consegnarlo a un terzo soggetto che lo avrebbe prelevato una volta giunti al porto di Durazzo. I due sono stati denunciati per ricettazione.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui