/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, saluto romano durante Istraele-Italia: indagati tre ultrà del Bari

Bari, saluto romano durante Istraele-Italia: indagati tre ultrà del Bari

 Perquisite anche le abitazioni dei tifosi: i poliziotti hanno sequestrato un manganello, una mazza da baseball e materiale con messaggi riconducibili alla ideologia nazi- fascista


Sono ultrà baresi i tre tifosi che con il saluto fascista, poco prima dell'inizio della partita Israele- Italia per le qualificazione dei mondiali il 5 settembre scorso, ad Haifa, indignarono l'Europa intera. Un saluto provocatorio che ha fatto incassare l'ennesima figuraccia alla Nazionale italiana del calcio. Il gesto non è passato inosservato alla polizia. La Digos ha notificato ai tre tifosi baresi l'avviso di garanzia per "manifestazione di razzismo negli stadi". I responsabili, di cui sono state fornite soltanto le iniziali (P.G., T.F, D.B.N),di età compresa tra i 23 e i 25 anni, un tempo facevano parte del direttorio della Curva Nord del San Nicola. Perquisite anche le case dei tifosi, dove i poliziotti hanno sequestrato un manganello, una mazza da baseball , materiale con messaggi riconducibili alla ideologia nazi- fascista. Trovato anche il biglietto di ingresso allo stadio di Haifa, come prova di colpevolezza. Due dei tre ultras erano già sottoposti al Daspo. Il questore di Bari, Carmine Esposito, ha esteso il provvedimento anche al terzo indagato. L'indagine si è avvalsa della collaborazione della direzione centrale della polizia di prevenzione per i risvolti internazionali.

Seguici su Facebook!

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.