Processo Domino: chiesti 30 anni per il boss Savinuccio

Processo Domino: chiesti 30 anni per il boss Savinuccio

La richiesta di condanna è stata avanzata dal procuratore aggiunto della Dda Pasquale Drago al termine della requisitoria.



 La Procura di Bari ha chiesto la condanna a 30 anni di reclusione per il boss Savino Parisi, capo dell'omonimo clan del quartiere Japigia di Bari. Il procuratore aggiunto della Dda Pasquale Drago ha avanzato la richiesta di condanna per Savinuccio al termine della requisitoria nel processo 'Domino'. Chieste altre 15 condanne a pene comprese fra i 14 e i 2 anni di reclusione per altrettanti imputati accusati insieme con il boss, a vario titolo, di associazione mafiosa, traffico internazionale di droga, usura, estorsione, ricettazione e armi, e otto assoluzioni per insufficienza di prove o, in alcuni casi, perché il fatto non sussiste. Oltre alla richiesta di condanna per il capo clan, Drago ha chiesto 14 anni di reclusione per Lovreglio Battista, ritenuto luogotenente del boss, e condanne fra i 13 e i 7 anni per altri sei presunti partecipi della contestata associazione mafiosa, Giacinto Carvutto, Pasquale De Caro, Luigi Spinelli, Angelo Tassielli, Filippo Tenerelli e Antonio Paolo Zefferino. Nei confronti di ulteriori quindici imputati il Tribunale ha già dichiarato alla scorsa udienza il non luogo a procedere per prescrizione dei reati, soprattutto contravvenzioni e intestazione fittizia di beni. Nell'ambito di questo procedimento il boss di Japigia fu arrestato il primo dicembre 2009 insieme con altre 80 persone. Fu poi scarcerato per scadenza termini nel dicembre 2012 ed è attualmente detenuto nell'ambito di un'altra inchiesta della Dda di Bari sulle estorsioni ai cantieri.

Seguici su Facebook!

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.