Home Cronaca Alberobello, controlli in due pescherie: sequestrati 116 chili di pesce non tracciato....

Alberobello, controlli in due pescherie: sequestrati 116 chili di pesce non tracciato. Multati i titolari

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Spigole, gamberi, polpi, mazzancolle e altri prodotti ittici per un totale di 116 chili sono stati sequestrati nella serata di ieri in due pescherie di Alberobello. I controlli, effettuati dagli ispettori del 6° Centro di Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Bari, hanno infatti documentato che buona parte del pesce presente all’interno delle due attività commerciali era privo di etichettatura e di documenti sulla tracciabilità. Per questo, ai titolari delle due pescherie è stata inflitta anche una sanzione pecuniaria dell’importo di 1.500 euro.

In un’altra operazione, portata avanti a Monopoli, durante i controlli a un peschereccio di rientro al porto, i militari della Guardia Costiera hanno accertato la presenza a bordo di 36 chili di pesce sottomisura: 27 chili di merluzzi e 9 chili di triglie. Il pesce, quindi, è stato posto sotto sequestro e devoluto in beneficenza a un’associazione caritatevole che gestisce la mensa della Caritas di Monopoli mentre al comandante della motonave è stata elevata una sanzione amministrativa pari a 4mila euro.

Inflitta, inoltre, sempre al comandante, l’ulteriore misura dell’assegnazione di cinque punti alla sua licenza di pesca. “Il meccanismo dell’assegnazione dei punti sulla licenza di pesca – spiegano dalla Guardia Costiera – costituisce un importante deterrente nella commissione di illeciti di questa tipologia in quanto, al superamento delle soglie previste, è prevista la sospensione o la revoca della licenza stessa”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui