Home Cronaca Altamura, discarica abusiva con oltre 1.000 tonnellate di rifiuti speciali: sanzioni per...

Altamura, discarica abusiva con oltre 1.000 tonnellate di rifiuti speciali: sanzioni per 163mila euro e una denuncia

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

La Guardia di Finanza di Bari ha sequestrato una discarica abusiva di circa 1.400 metri quadrati scoperta ad Altamura. L’operazione delle Fiamme Gialle è partita in via Gravina, dove i militari hanno intercettato un autoarticolato telonato con targa italiana che, dopo alcune manovre sospette, ha imboccato una strada secondaria per poi concludere la propria corsa in un piazzale nei pressi dell’ingresso della sede di una società a responsabilità limitata operante nel settore del recupero per il riciclaggio di rifiuti solidi e biomasse.

Durante i controlli è emerso che il tir intercettato trasportava circa 8 tonnellate di materiale spugnoso, proveniente da Acerra e destinato proprio alla società di Altamura. La pattuglia, una volta chiarito questo aspetto, ha esteso l’ispezione all’impresa, nel cui piazzale erano stoccati enormi quantitativi di rifiuti costituiti da materiale spugnoso misto a stracci, pellame e metallo, nonché legno, plastica, ferraglia, rifiuti derivanti da attività di autoriparazione e fili elettrici.

Le Fiamme Gialle, accertate le circostanze, hanno chiesto al titolare dell’impresa di mostrare loro tutti i documenti del caso: una richiesta disattesa che ha portato al sequestro dell’intera area, contenente oltre 1.000 tonnellate di rifiuti speciali, e alla denuncia dell’uomo, che ora sarà tenuto anche ad effettuare le operazioni di rimozione, recupero e smaltimento dei rifiuti, nonché di bonifica e di ripristino dello stato dei luoghi. I finanzieri, inoltre, hanno proceduto a constatare a carico del titolare della società l’ecotassa evasa e le sanzioni amministrative dovute per un ammontare complessivo pari a 163mila euro.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui