Home Apertura Gravina, liquidi per sigarette elettroniche di contrabbando e ‘svapo’ col marchio CE...

Gravina, liquidi per sigarette elettroniche di contrabbando e ‘svapo’ col marchio CE contraffatto: nei guai un commerciante

Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Un commerciante di Gravina è stato denunciato dalla Guardia di Finanza per i reati di vendita o acquisto di cose con impronte contraffatte di una pubblica certificazione, frode nell’esercizio del commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

La denuncia è arrivata dopo un controllo effettuato dalle Fiamme Gialle nei locali del negozio dove i militari hanno subito individuato centinaia di flaconi di liquido da inalazione per sigarette elettroniche esposti per la vendita ai clienti ma privi del ‘codice identificativo univoco’ di cui, invece, gli stessi devono essere obbligatoriamente dotati per essere posti in commercio. L’assenza del codice – spiegano dalla Finanza – non solo costituisce la prova dell’origine illecita della merce, implicando il suo approvvigionamento tramite soggetti non autorizzati, ma anche quella del mancato assoggettamento del liquido ‘svapabile’ alle imposte dovute per i prodotti succedanei del tabacco.

Nel corso del controllo dei locali, poi, i militari hanno anche rinvenuto e sottoposto a sequestro circa 2.000 sigarette elettroniche e loro parti di ricambio destinate alla vaporizzazione dei prodotti da inalazione riportanti il marchio di conformità CE non conforme alle direttive europee sulla sicurezza dei prodotti elettronici.

“Peraltro i prodotti sequestrati – spiegano ancora dal Comando delle Fiamme Gialle -, privi di qualsiasi indicazione circa la loro provenienza, avrebbero potuto costituire un rischio per la salute dei consumatori, tenuto conto che non presentavano alcuna garanzia circa la loro rispondenza ai parametri di qualità e sicurezza richiesti dalla normativa di settore. Sono in corso indagini per risalire alle rotte di approvvigionamento della merce illecita e individuare eventuali altri responsabili del contrabbando e della contraffazione che risultano essere nell’ultimo periodo, anche in questo specifico settore, in sensibile ascesa sia sotto il profilo delle quantità importate che della connessa vendita al minuto”.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Lascia un commento

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui