/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Palo, gli ambulanti del mercato dicono "no" al pizzo. Montaruli (Unimpresa): "Così si combatte la criminalità"

Palo, gli ambulanti del mercato dicono "no" al pizzo. Montaruli (Unimpresa): "Così si combatte la criminalità"

 

La determinazione degli ambulanti ha dato vita al "No Pizzo Day"

Al termine dell’incursione criminale gli estorsori promisero che sarebbero tornati ma non lo hanno fatto perché mercoledì 31 agosto il mercato di Palo del Colle è stato presidiato, sin dalle prime ore, dagli uomini delle Forze dell’Ordine. Palo del Colle sarà ricordata per il No pizzo Day.

Un segnale forte, fortissimo da parte delle istituzioni e del mondo associazionistico vicino agli Operatori del mercato minacciati, derubati e umiliati da chi sperava in una non reazione per agire indisturbato. Così non è stato e le forze positive messe in campo hanno avuto la meglio. Ieri a Palo del Colle c’erano tutti: il Sindaco, gli Assessori, alcuni Consiglieri comunali, i massimi Rappresentanti delle Forze dell’Ordine, i Rappresentanti dell’Associazione nazionale Antiracket e i Dirigenti delle Associazioni di Categoria maggiormente significative.

All’iniziativa promossa dall’Associazione Antiracket e da UNIMPRESA Bari – Bat, fortemente voluta dai Presidenti Renato De Scisciolo e Savino Montaruli, entrambi presenti sull’area mercatale al No Pizzo Day, ha visto anche l’adesione di altre Associazioni di Categoria quindi di Batcommercio2010/C.N.A Puglia, di FIVA-CONFCOMMERCIO, di UNIONECOMMERCIO – Imprese per le Città, di A.C.A.B. – Associazione Commercianti Ambulanti Bat, CASAMBULANTI Bitonto.

Un segnale molto significativo di unitarietà che è stato apprezzato sia dalle Forze dell’ordine, che hanno esaltato la collaborazione ricevuta per l’identificazione dei malviventi, sia da parte dell’Amministrazione comunale nella persona della Sindaca la quale ha voluto che questo rapporto di collaborazione fosse maggiormente intensificato. Si è discusso con gli Ambulanti del mercato di quanto spiacevole accaduto mercoledì 24 agosto ma anche delle azioni preventive e repressive da mettere in campo perché ciò non accada mai più, né a Palo né in tutti gli altri comuni. “Gli ambulanti del mercato provengono per la maggior parte dalle città di Andria, di Bisceglie e di Bitonto e siamo certi che quel segnale di solidarietà per i gravissimi episodi ampiamente denunciati sugli organi di informazione arriverà anche da parte delle Autorità locali di quei comuni, in particolare dai Sindaci, cosa non ancora avvenuta ma che sarebbe un ulteriore segnale di vicinanza per una Categoria allo stremo, esposta a moltissime insidie che non sono solo quelle criminali ma anche vessatorie. La reazione collettiva che c’è stata a Palo è di grande valore culturale. Così si combatte la criminalità e non con inutili proclami” – ha detto il leader sindacale andriese.

 

Seguici su Facebook!

 

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.