/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Triggiano, ubriachi frantumano vetrine di negozi e abitazioni di via Dante: l'arresto dopo l'aggressione ai Carabinieri

Triggiano, ubriachi frantumano vetrine di negozi e abitazioni di via Dante: l'arresto dopo l'aggressione ai Carabinieri

Presi un barese e un cittadino albanese, ora agli arresti domiciliari.

Alle prime luci dell’alba, i residenti di Via Dante, a Triggiano, si sono svegliati a causa del frastuono causato da due persone che, sotto l’effetto dell’alcool e senza alcuna motivazione, con una grossa chiave inglese hanno danneggiato i vetri delle porte d’ingresso di 3 esercizi pubblici e studi professionali, 3 abitazioni private abitazioni e i cristalli di un’autovettura parcheggiata sulla pubblica via.

Le numerose e tempestive richieste di intervento al 112 hanno consentito ai Carabinieri di rintracciare e fermare i due uomini, sorprendendoli mentre minacciavano una signora residente in via Dante che, allarmata dal frastuono, si era affacciata dal balcone di casa per verificare cosa stesse accadendo.

I due responsabili, alla vista della pattuglia, hanno tentato di dileguarsi a bordo della propria autovettura, ma la loro fuga è stata interrotta dai militari, dopo una violenta colluttazione.

A quel punto i due uomini, identificati in M.V. 43enne barese e R.B., 25enne di origini albanesi, sono stati tratti in arresto per i reati di danneggiamento aggravato, violenza privata, resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali, porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Ora sono agli arresti domiciliari

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.