/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Torre a Mare, riconosce la barca rubatagli a Polignano: Polizia arresta due fratelli nel Porto

Torre a Mare, riconosce la barca rubatagli a Polignano: Polizia arresta due fratelli nel Porto

I malviventi sono stati visti dal proprietario nel Porto di Torre a Mare mentre svuotavano la barca. 

La Polizia ha arrestato in flagranza di reato due fratelli, rispettivamente di 27 anni e 32 anni, per il reato di furto aggravato in concorso. È successo a Torre a Mare. Ad avvicinare i poliziotti di pattuglia un uomo che ha raccontato di aver subito il furto della propria barca, regolarmente ormeggiata nel porto a San Vito, nelle vicinanze di Polignano.

L'uomo ha indicato ai poliziotti il luogo, all’interno del porticciolo di Torre a Mare, dove poco prima aveva riconosciuto la sua imbarcazione con a bordo due individui, intenti a svuotarla del contenuto e a trasbordare l’equipaggiamento di bordo sul loro natante.

Gli agenti, giunti sul luogo, con il supporto della Squadra Nautica, hanno bloccato i due fratell. Questi ultimi, vedendo arrivare gli agenti, hanno provato di sottrarsi al controllo fuggendo verso il mare aperto con la loro imbarcazione ma sono stati fermati immediatamente. Così è emerso subito che uno dei due fratelli aveva numerosi precedenti penali e che era già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale.

I due hanno giustificato la loro presenza sull’imbarcazione rubata, riferendo di averla trovata in mare alla deriva e di averla condotta all’interno del porto di Torre a Mare, dove erano impegnati nell’attività di pesca.
Una versione non vera che ha fatto scattare le manette da parte della Polizia.

Seguici su Facebook!

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.