/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Bari, armato di coltello rapina pasticceria in via Re David: arrestato Michele Leti

Bari, armato di coltello rapina pasticceria in via Re David: arrestato Michele Leti

L'uomo era scappato a bordo di una moto rubata. Fondamentale la descrizione fatta dai testimoni.

I Carabinieri di Bari hanno arrestato con l'accusa di rapina ai danni di una pasticceria, Michele Leti, 22enne conosciuto alle forze dell'ordine. L'uomo, assieme a un altro complice non ancora individuato, travisato e armato di un coltello, si è fatto consegnare l’incasso dal gestore di una pasticceria di via Re David, per un ammontare di 500 euro, per poi allontanarsi a bordo di una moto rubata.

Il colpo è stato portato a segno questa notte intorno alle 2.30. I militari, avvisati da una chiamata al 112, mentre erano alla ricerca dei rapinatori hanno rinvenuto in via Amendola una moto di colore blu con il cilindretto di accensione visibilmente manomesso e parzialmente divelto. Nelle immediate vicinanze, sul manto stradale, hanno trovato anche due felpe, due paia di pantaloni e un paio di guanti.

La ricerca è stata così concentrata proprio in quella zona. Dalla descrizione fornita dai testimoni di uno degli autori, precisamente quello che, armato con un coltello da cucina si è fatto consegnare il bottino, una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha soffermato le propri indagini su un soggetto già noto per analoghi reati, visto nei giorni precedenti frequentare la zona.

Così i Carabinieri hanno deciso di continuare le ricerche nell'abitazione dell'uomo e qualche ora dopo l'hanno rintracciato mentre rincasava. Accompagnato negli uffici della Caserma e messo alle strette, non ha saputo fornire alcun valido alibi su come avesse trascorso le ore precedenti. Inoltre sono stati acquisiti altri significativi particolari a suo carico, riguardanti l’altezza, la corporatura, il colore degli occhi, la carnagione, oltre alla compatibilità delle taglie degli indumenti rinvenuti. Per questo è stato arrestato con l'accusa di rapina in concorso, porto illegale di coltello e ricettazione. Vista la “mala parata” Michele Leti, preso dallo sconforto, ha implicitamente ammesso le proprie responsabilità.

Il motociclo rinvenuto è risultato essere di proprietà di un 40enne barese in ferie fuori città che non si era ancora reso conto del patito furto.

Seguici su Facebook!

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.