/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Grumo Appula, tentano rapina a distributore carburante: due arresti

Grumo Appula, tentano rapina a distributore carburante: due arresti

Si tratta dei grumesi Lahbazi Sabri di 24 anni, Venusio Vincenzo di 28 anni: i due sono accusati di tentata rapina, porto illegale di armi e ricettazione

Sono stati arrestati questa mattina a Grumo Appula dai Carabinieri della Compagnia di Modugno, supportati da unità cinofila, due individui, già noti alle forze dell’ordine, ritenuti responsabili di aver tentato una rapina in danno del figlio del proprietario di deposito di carburanti di Grumo Appula. I due sono accusati di tentata rapina, porto illegale di armi e ricettazione, e sono stati tratti in arresto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emesse dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica. Si tratta dei grumesi Lahbazi Sabri di 24 anni, Venusio Vincenzo di 28 anni. Le indagini, supportate da attività tecniche e tradizionali, hanno raccolto importanti elementi di responsabilità nei confronti dei due. Nella circostanza gli arrestati tentarono, armi in pugno, il 13 aprile del 2016, di farsi consegnare l’incasso giornaliero del deposito di carburanti dal figlio del titolare, ma la pronta reazione di quest’ultimo li fece desistere dal loro intento costringendoli alla fuga su di un’autovettura rubata qualche mese prima nel comune di Terlizzi. Le indagini dei Carabinieri della Stazione di Grumo Appula, immediatamente intervenuti sul posto con quelli del Nucleo Operativo della Compagnia di Modugno hanno permesso di risalire ai due analizzando le immagini dei sistemi di videosorveglianza del Comune di Grumo Appula, prima e dopo la rapina. In seguito grazie anche alle testimonianze raccolte sul posto sono stati individuati i responsabili negli odierni arrestati.

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato ne venduto a terzi come da richiesta del GDPR.