Home Cronaca Bari, urlano “Allah Akhbar” sul bus dell’Amtab: denunciati tre migranti per uno...

Bari, urlano “Allah Akhbar” sul bus dell’Amtab: denunciati tre migranti per uno scherzo di cattivo gusto

 

Mentre si trovavano su un bus dell’Amtab hanno urlato “Allah akbar, terrorista, bomba”. Ma si trattava soltanto di uno scherzo di cattivo gusto: per questo due migranti maliani e un nigeriano, tutti e tre quarantenni, sono stati denunciati per procurato allarme e interruzione di pubblico servizio. Viaggiavano a bordo della linea 4 quando, all’altezza di largo Ciaia, hanno cominciato ad urlare creando il panico tra i passeggeri. L’autista del mezzo ha fatto scendere tutti dal bus; in contemporanea c’è stato l’intervento delle forze dell’ordine, che hanno identificato i tre portandoli in Questura e denunciandoli a piede libero. 

 

Ma alcuni fra i presenti durante l’episodio hanno raccontato la loro versione, smentendo quella ufficiale. Secondo le testimonianze giunteci in redazione, infatti, pare che i tre ragazzi di colore siano stati oggetto di aggressioni verbali razziste. Ecco la testimonianza di Francesca: 

“Qualcuno ha urlato: “TERRORISTA!!”. È cosi che alle 8.30, in Corso Benedetto Croce, la fermata di un pullman si è trasformata in un’arena razzista. Una folla intera ha ben deciso di dare un “allarme bomba”, son tutti scesi correndo dal pullman appena arrivato e 3 ragazzi di colore si son ritrovati a difendere il loro diritto di usare i mezzi pubblici, circondati da insulti, minacce, aggressioni verbali e la perdita definitiva di ogni umanità. Intanto una ragazza in piena crisi psicotica “da bomba”, si è improvvisata vigile del traffico e a suon di “trmooon vattinn… do stonn l terrorist!” ha convogliato l’intero traffico del corso. In tutto questo i poveri malcapitati cercavano di spiegare che non erano terroristi, mostri o musulmani “cattivi” ma che parlavano l’italiano, che capivano ciò che sentivano e che volevano solo prendere il bus. I ragazzi ormai stanchi e sotto “gentile” invito di tutti, scelgono di proseguire a piedi; arrivano i Carabinieri e invece di arrestare l’unica vera pazza, che nel frattempo aveva iniziato a urlare contro gli agenti, iniziano una vera e propria caccia alla strega! E certo! Perchè ora non sono pacificamente scesi dal pullman nonostante gli insulti, ora SONO SCAPPAATIII “Uno ha un giubbino arancione, prendeteli!!!” – “hanno una bomba!”. E via, a sirene spiegate alla ricerca dei “terroristi”. Fermiamoci un secondo e guardiamo questi episodi con occhi umani, non dimentichiamo che abbiamo davanti persone e anime e questa è una vera e proprio persecuzione”.  

E a dare manforte a questa versione, anche la testimonianza di Jhonny. “Complimenti per alimentare terrore e razzismo con una notizia totalmente inventata messa in giro da una pazza che ha iniziato a inveire contro questi tre poveri ragazzi, che hanno l’unica colpa di essere di colore”. 

 

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo