/* pubblicità google */ /* pubblicità automatica negli articoli */

Altamura, tifosi del Barletta accolti allo stadio con olio e catrame. Poi un petardo manda in ospedale due raccattapalle

Altamura, tifosi del Barletta accolti allo stadio con olio e catrame. Poi un petardo manda in ospedale due raccattapalle

Il risultato finale dice 2-1 per i padroni di casa. Il campo racconta di un match deciso da una magnifica sforbiciata di Fernàndez. La cronaca della sfida tra Team Altamura e Barletta però, una delle partite più attese della 22esima giornata del campionato di Eccellenza Pugliese, porta in dote anche altro.

Una questione facilmente definibile come “scivolosa” che, qualora fosse appurato il dolo, assumerebbe contorni davvero inquietanti. I fatti sono descritti in una nota ufficiale diffusa dalla società biancorossa.

“Litri di olio e catrame, cosparsi sulle scale di accesso alla gradinata che avrebbe ospitato la dirigenza e gli 80 tifosi arrivati da Barletta. È stata questa l’accoglienza riservataci dal Team Altamura nella gradinata destinata agli ospiti e ai componenti dell’organigramma societario all’interno dello stadio D’Angelo – scrive il Barletta sul proprio sito internet -. Un’evenienza che per alcuni minuti ci ha impedito di fatto di accedere agli spalti a noi dedicati e che ci ha costretto a chiedere l’intervento, esso sì gentile, di alcuni operatori presenti nell’impianto per cospargere di sabbia e terra le scalinate e renderle agibili e agevoli al tempo stesso”.

“La dirigenza del Barletta 1922 condanna fermamente questo tipo di accoglienza – continua la nota -, pericolosa per gli utenti e certo atta a destabilizzare il pre partita, e si augura che la società ospitante possa dissociarsi dall’accaduto, fornendo al tempo stesso le spiegazioni del caso. Avremmo auspicato di vedere la dirigenza del Team Altamura accogliere la nostra società nel settore e magari vivere il primo tempo insieme, come accaduto nella sfida di andata al Manzi-Chiapulin, ma questo non è accaduto. Evidentemente non tutti vivono lo sport allo stesso modo”.

I fatti sgradevoli della domenica però non finirebbero qui. Perché se è vero sull'argomento, da Altamura, non proferiscono parola, i padroni di casa mettono sul tavolo delle accuse qualcosa di altrettanto grave. “Preoccupante ed increscioso quello che invece è accaduto a due piccoli raccattapalle altamurani ai bordi del campo di gioco sotto il settore riservato ai tifosi barlettani – scrivono a margine della cronaca del match -. Entrambi rimasti storditi dallo scoppio di una bomba carta esplosa a pochi passi e portati di urgenza al pronto soccorso (uno dei due ha subito una lesione media del timpano) per l’insano e vile gesto dei soliti pochi disturbatori ospitati al D’Angelo e che, il gioco del calcio, continuamente l’offendono, sia nell’immagine che nella sostanza”. Insomma, non una grande domenica di sport.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.