Bari, estorsione ai commercianti del quartiere Libertà: arrestati cinque esponenti del clan Strisciuglio

Bari, estorsione ai commercianti del quartiere Libertà: arrestati cinque esponenti del clan Strisciuglio

Nella prima mattinata di oggi a Bari le forze dell’ordine hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 5 pregiudicati, a cui sono contestati, a vario titolo, i reati di estorsione continuata in concorso e furto continuato in concorso, tutti aggravati dal metodo mafioso.

I fatti contestati riguardano numerose estorsioni portate a compimento da parte di esponenti del clan Strisciuglio nei confronti di diversi commercianti del quartiere Libertà, costretti a versare agli indagati, continuativamente, somme di denaro ovvero a cedere gratuitamente prodotti alimentari o di altro genere.

In particolare, le indagini hanno permesso di appurare la realizzazione a tappeto da parte di esponenti del clan Strisciuglio, coagulati attorno alla figura di Domenico Remini, di estorsioni nei confronti di commercianti del quartiere.

Le attività investigative, svolte a partire dall’ottobre del 2016, hanno permesso di squarciare il velo di omertà che aleggiava sui piccoli imprenditori operanti nel Libertà che fino a quel momento non avevano denunciato i plurimi taglieggiamenti di cui erano vittima per timore di atti ritorsivi, finanche nei confronti dei propri familiari.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS

Utilizziamo cookies per fornirti la miglior esperienza di navigazione. Nessun tuo dato sensibile sarà salvato.