Home Cronaca Bari, riconoscevano invalidità civile a pazienti senza visitarli: confermata condanna per sei...

Bari, riconoscevano invalidità civile a pazienti senza visitarli: confermata condanna per sei medici

La Corte di Appello di Bari ha confermato la sentenza di condanna (riducendo la pena per uno degli imputati) nei confronti di sei medici baresi, ex componenti della commissione invalidi civili dell’ospedale San Paolo di Bari, accusati di truffa e falso ideologico in atto pubblico per aver riconosciuto l’invalidità civile senza sottoporre i pazienti alle visite.

 

Stando a quanto ricostruito dalla Polizia municipale di Bari, coordinata durante le indagini dal pm Francesco Bretone, in alcuni casi gli imputati avrebbero anche incassato gettoni di presenza senza aver effettivamente assistito alle visite. Sono 146 gli episodi accertati e contestati, tutti risalenti al periodo compreso fra aprile e agosto 2009.

 

I giudici del secondo grado hanno ridotto da 15 a 13 mesi di reclusione la condanna inflitta nei confronti dell’assistente sociale Giovanna Conenna, confermando le pene inflitte in primo grado nei confronti degli altri imputati, Ignazio Zeverino, all’epoca presidente della commissione (1 anno e 5 mesi), Gemma Pozio, medico esperto in assistenza, integrazione sociale e diritti dei disabili (1 anno e 3 mesi), Giuseppe Pio Albergo, esperto in servizio igiene, Michele Bellomo, esperto in medicina del lavoro e Annalisa Cavallo, medico di categoria (1 anno e 2 mesi). Confermate anche le condanne ai risarcimenti dei danni nei confronti delle costituite parti civili, la Asl di Bari e l’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Bari.

Riceverai una mail per la validazione dell'iscrizione. Leggi la nostra guida alla privacy

Dì la tua! Commenta l'articolo